Running

Maratona delle Terre Verdiane

4h13m11s

Un’altra maratona portata a termine, anche se con molta fatica. In ogni caso, non voglio commentare la performance atletica, obiettivamente pietosa, ma l’evento in sè.
Devo dire che la corsa è stata bella, sia dal punto di vista del percorso, sia del pubblico.
La gara parte da Salsomaggiore per poi snodarsi nella campagna parmense fino a Busseto, paese natale di Giuseppe Verdi (e sede dell'”Antica Salsamenteria”, un’osteria che vi consiglio di provare per la qualità dei suoi salumi…), passando per Fidenza, Fontanellato e Soragna, traguardi delle tappe intermendie rispettivamente di 10km, 14 miglia e 31 km.
Ho avuto modo di riflettere sulla bellezza della maratona, o delle corse di lunga distanza in genere, in effetti come in tutti i viaggi, il bello non è la meta finale ma quello che sta nel mezzo, per i luoghi che si vedono, per la gente che si incontra, per le esperienze che si possono scambiare durante la corsa. E ieri è stato così, ho avuto modo di godermi la campagna nei dintorni di Parma (dove ho vissuto diversi anni), ho potuto vedere Fontanellato, Soragna e Busseto da una prospettiva diversa, correndo per le loro strade, ho incontrato degli ottimi compagni di viaggio, a partire dal pacer delle 4h fino a quella persona che, vedendomi in difficoltà al 35° (i miei crampi intestinali sono cominciati dopo Soragna, al 32°, e dopo sono andati peggiorando fino al 39°), mi ha fatto forza per continuare, “Vai piano che ci arrivi in fondo, ormai è fatta”.
E così è stato, 4h13m11s, sconvolto ma felice…così sconvolto che mi sono scordato di restituire il chip…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: