Pensieri

Non fa più notizia?

Non se ne sente più parlare, oppure rimane come notizia di secondo/terzo piano. Mi riferisco al recente terremoto avvenuto qui in Emilia, sembra che televisioni e giornali, dopo i servizi martellanti e spettacolari delle scorse settimane, dove tutti erano intenti a far vedere macerie, a contare i morti ed i feriti, a chiedere alle persone come si sentissero dopo aver perso tutto, abbiano abbandonato il campo.

Morte e distruzione fanno sempre notizia, ma cosa dire delle persone che continuano a vivere accampate nei parchi, in tendopoli spontanee (sapete che sono arrivati da poco i bagni chimici?) o allestite dalla protezione civile, delle persone che si stanno ritrovando senza casa, dato che i comuni stanno facendo dei controlli a tappeto e stanno revocando l’agibilità a numerose abitazioni (solo qui a Carpi sono stati dichiarati inagibili 220 edifici…e non è ancora finita!!!)?

Quelle persone che si ritroveranno senza un’abitazione cosa faranno? Chi ridarà loro una casa (che magari non avevano ancora finito di pagare)

Ben venga qualsiasi iniziativa atta a raccogliere fondi a faviore del terremoto ma le coscienze di tutti sono già a posto dopo aver mandato l’SMS di solidarietà? Siamo tutti felici perchè i cantanti faranno un concerto per raccogliere fondi per il terremoto?

Perchè non si parla anche delle piccole cose che vengono fatte in loco (e ce ne sono tante!) per dare una mano e provvedere ai bisogni di prima necessità per chi, in questo momento, vive in situazioni precarie (ho provato a promuovere con dei messaggi su alcune radio – locali e non – il piccolo evento che abbiamo organizzato per stasera ma nessuno mi ha dato retta…)? Forse queste cose possono essere semplici gocce nel mare, ma se tutti buttassimo un po’ di gocce in questo mare, forse riusciremmo ad alzarne il livello.

La politica cosa fa? Nulla mi sembra, a parte aver dedicato la parata del 2 giugno alle vittime del terremoto (….vi invito a leggere questo articolo di politica locale….) ed aver ritardato il pagamento dell’IMU. Ah, dimenticavo, avremo anche la visita del nostro Presidente della Repubblica, ma a tal proposito mi associo pienamente al commento di un vecchio (eh già…ormai hai più di quarant’anni :-)) amico di liceo.

E’ proprio vero che non ci si rende conto di certe cose finchè non ci si trova in mezzo.

 

PS: a propositio…stanotte altra scossettina di magnitudo 3.2

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: