Pensieri

Minimalismo

Minimalismo

Quali sono le cose che veramente contano? Di cosa abbiamo veramente bisogno?
Mi pongo queste domande dopo aver fatto un giro su un blog che si definisce minimalista, mnmlist.com. Mi rendo conto di quanto spesso, in passato, mi sono attaccato alla bramosia di avere qualcosa semplicemente per riempire quegli spazi della mia vita che non mi rendevo conto essere vuoti. Credo che questo sia un problema molto comune nella società moderna, veniamo valutati per quello che abbiamo, per l’apparenza, non per ciò che realmente siamo. Ci sono persone che, a prima vista, possono apparire sfigate o alternative – per usare dei termini contemporanei – ma che in realtà nascondono anime profondissime. Al giorno d’oggi avere saldi e sani principi conta meno del possedere una bella auto, una casa al mare, dei vestiti griffati e chi più ne ha più ne metta. Con questo non voglio dire che le belle cose non debbano essere apprezzate o che non ce le si possa concedere, voglio solo porre l’accento sul fatto che, molto spesso, questi status symbol rappresentano un’ossessione ed arrivano a rappresentare l’essenza della persona, un’essenza che fondamentalmente è vuota.
Se guardiamo veramente in profondità dentro noi stessi, scopriremo che ciò che ci rende veramente felici è costituito da piccole cose: rispettare la vita, leggere un libro, ridere, fare yoga, correre, suonare la chitarra, scattare fotografie, scrivere, amare incodizionatamente.
Forse il vero segreto per vivere bene con poco è non avere aspettative, pensare troppo al futuro rappresenta sempre una corsa frenetica verso un obbiettivo (devo fare questo, devo avere quello, devo diventare quest’altro…), bisogna agire per costruire qualcosa – questo è certo – ma senza farsi possedere dall’ansia del risultato, senza identificarsi in quel risultato.
Conseguire un piccolo successo per sè stessi ogni giorno, questa potrebbe essere la base di partenza per essere davvero grandi con poco.

Guadagnare in ciò che si ha significa perdere in ciò che si è.
(Lao Tze)

Fai il tuo lavoro, e poi fai un passo indietro. L’unica strada per la serenità.
(Lao Tze)

Il saggio non accumula nulla. Più usa ciò che ha per gli altri, più ha. Più dà ciò che ha agli altri, più è ricco. La via del cielo consiste nel nutrire e nel non arrecare danno. La via del saggio consiste nell’essere generoso e nel non competere.
(Lao Tze)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: