Pensieri

Non posso o non voglio?

Non posso o non voglio?

Quante volte ci siamo trovati di fronte ad una scelta e vi abbiamo rinunciato dicendo di non poterlo fare? Tante, forse troppe, è capitato e capita a tutti. Quello su cui mi va di riflettere, prendendo spunto da una discussione seguita alla pubblicazione di un post sulla pagina Facebook di un amico, è se ripetersi di non potere non sia in realtà una scusa che ci diamo per non volere fare una scelta. Chiariamoci, la mia non vuole essere una critica, ma una presa di coscienza.
Quando diciamo di non potere troviamo una motivazione, un impedimento che ci alleggerisca l’anima dal peso di una decisione da prendere più o meno importante. Se, diversamente, ammettiamo di non volere fare una scelta per delle ragioni ben precise e che possono essere le più svariate, siamo noi ad agire, siamo noi comunque a scegliere. Si sceglie di non scegliere (scusate il gioco di parole), siamo noi gli attori protagonisti, siamo noi che decidiamo di portare un peso ancora per un po’, ammettiamo di non essere pronti, dimostriamo comunque la nostra forza, la nostra determinazione.
Fin qui il discorso può apparire contorto ma vi farò degli esempi pratici.
Quanti vogliono cambiare vita, magari andarsene in un’altra città, in un altro continente, allora perché non farlo? Perché c’è il lavoro, perché nella città in cui vivo ci sono gli amici, i parenti, perché magari ci sono i figli (piccoli o grandi che siano), perché ho comprato la casa, ecc. La realtà è che ci si sente sicuri dove si è e si ha paura di fare un salto nel vuoto, allora perché, piuttosto di dire non posso, non diciamo, non voglio perdere le sicurezze che ho oppure in questo momento non sono pronto a farlo? Un altro esempio eclatante, improvvisamente ti innamori di un’altra persona, può accadere nella vita (e se accade bisogna porsi delle domande su come si sta conducendo la propria relazione di coppia….ma questo è un altro capitolo che richiederebbe diverse pagine di analisi…), e ti senti rinascere, vorresti lasciare tutto e fuggire con questo nuovo amore, ma quando arrivi alla resa dei conti e devi fare una scelta? Non posso perché c’è il sacro vincolo del matrimonio, perché ho fatto una promessa, perché convivo, perché ci sono i figli, perché chissà cosa dicono gli altri, ecc. Dite piuttosto non voglio perché ho paura, non voglio perché non sono pronto a farlo, non voglio perché non sono pronto a lasciare le mie certezze.
Non vi sembra che in questo modo la prospettiva cambi? Se ci pensiamo bene ognuno di noi ha infinite possibilità, il problema è che viviamo dentro degli schemi ben precisi, molto spesso sottomettiamo la nostra volontà usando delle inutili scuse. Non si può fare una cosa quando non la si vuole fare. Il detto famoso recita: “Volere è potere” ed è un’assoluta verità. Se di fronte ad ogni bivio della vita – e ce ne sono e ce ne saranno tanti, molti più di quanto uno possa immaginare – cominciamo ad ammettere di non volere piuttosto di non potere prenderemo una maggiore coscienza di ciò che veramente siamo, saremo più sinceri verso noi stessi e verso gli altri, opereremo una scelta in ogni situazione, accetteremo le nostre responsabilità e prenderemo atto dei nostri limiti, cosa fondamentale per poterli superare.
Non bisogna mai sentirsi condannati o soggiogati, perchè non è questo il nostro caso, la società in cui viviamo è più fortunata rispetto a tante altre, abbiamo più libertà di quanta possiamo immaginare ed è la nostra mente che deve imparare ad essere libera.
La vita non si svolge su due binari diritti che corrono verso un meraviglioso orizzonte, non c’è nessuna certezza su quello che potrà accadere domani. Forse è brutto da dire, ma le uniche cose certe sono il punto di partenza e quello di arrivo, la vita si snoda su una serie di sentieri tortuosi, ci sono incroci, bivi, salite, discese, ostacoli, siamo noi a decidere, sempre e comunque, dove volere andare.
Diventiamo consapevoli di noi stessi, in ogni momento, in ogni situazione ed è allora che la nostra vita cambierà. E se la scelta fatta non ci piace? Beh, si può sempre cambiare!

Namaste

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Comment

Sky One - 04. Dic, 2014 -

Applauso. La sincerità è forse la cosa più difficile da affrontare, in primis verso se’ stessi e poi verso gli altri.

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: