Pensieri

Vivere

Vivere

Il paradosso della nostra epoca storica e che abbiamo edifici più alti ma temperamenti più corti, strade più larghe ma punti di vista più ristretti.
Spendiamo di più, ma abbiamo di meno; compriamo di più, ma gustiamo di meno.
Abbiamo case più grandi ma famiglie più piccole, più comodità ma meno tempo; abbiamo più lauree e poco buon senso abbiamo più conoscenze, ma meno criterio; più specialisti, ma ancora più problemi, più medicine, ma meno benessere.Beviamo troppo, fumiamo troppo, spendiamo troppo incautamente, ridiamo troppo poco, guidiamo in maniera spericolata, ci arrabbiamo troppo, rimaniamo alzati fino a tardi, ci svegliamo troppo stanchi, leggiamo troppo poco guardiamo troppo la tv e preghiamo raramente.
Abbiamo moltiplicato le nostre proprietà, ma ridotto i nostri valori.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco, e odiamo troppo spesso.
Abbiamo imparato a condurre un’esistenza, non una vita, abbiamo aggiunto anni alla vita, non vita agli anni.
Abbiamo raggiunto la luna e ne siamo tornati, ma abbiamo problemi ad attraversare la strada per incontrare un nuovo vicino, abbiamo conquistato lo spazio esterno, ma non quello interiore.
Abbiamo fatto cose più eclatanti, ma non cose migliori.
Abbiamo pulito l’aria, ma inquinato l’anima.
Abbiamo conquistato l’atomo, ma non il nostro pregiudizio.
Scriviamo di più, ma impariamo di meno.
Abbiamo imparato ad affrettarci, ma non ad aspettare.
Costruiamo più computer per contenere più informazioni e produrre più copie che mai, ma comunichiamo sempre meno.

(Bob Moorehead, Words Aptly Spoken)

C’è una frase in questo testo che mi colpisce particolarmente: Abbiamo imparato a condurre un’esistenza, non una vita, quanta verità è raccolta in queste poche parole?
Quanto tempo passiamo a trascinarci, ad attendere che qualcosa accada affinchè possiamo gioire al cambiamento anzichè agire, prendere in mano il timone della nostra vita e correggere la rotta?
Quante volte deleghiamo agli altri o ad altro la responsabilità della nostra felicità o della nostra insoddisfazione? Perchè abbiamo paura di essere felici?
Ogni tanto bisognerebbe riflettere su queste cose…
Namaste

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Widgets powered by AB-WebLog.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: